Mal di testa dopo il veglione? Ecco un rimedio naturale

cocktails

Si avvicinano il fine anno e, soprattutto, il Capodanno con relativo mal di testa, nausea e sudore. Poche ore di sonno per la veglia, una grande abbuffata per il cenone, soprattutto una bella bevuta e gli effetti sono garantiti. Come si fa a togliere o a diminuire, il mal di testa da alzata di gomito senza ricorrere ai farmaci?

L'alcool ha diversi effetti:
* diuretico, con effetto disidratante, bocca secca ed eliminazione di elementi essenziali come il potassio, con senso di spossatezza;
* ipoglicemico, con diminuzione dei livelli di glucosio e conseguente stanchezza;
* dilatante, con aumento del lume dei vasi sanguigni, che tra l’altro dà luogo all’effetto "occhi ignettati di sangue";
* tossico, per la formazione della aldeide formica e altre sostanze nocive, che inducono mal di testa e nausea.
Che fare il giorno dopo? Occorre reidratare l’organismo con bevute di..... acqua. Anche il latte è utile perchè reintegra gli elementi minerali e, così sostengono alcuni scienziati, le uova, che contengono un amminoacido, la cisteina, la quale  aiuta ad eliminare le tossine. Il caffè, vasocostrittore e tonico, può aiutare a sentirsi meglio. Quello che consigliamo dunque, appena svegliati con il mal di testa, è un bel bibitone di latte e gelato (acqua, zucchero e minerali), banana (potassio), caffè (tonico) e in aggiunta un bel'uovo fresco (cisteina).
Il tutto ben frullato.

Fonte: Aduc-Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Toscana

<< Indietro
torna a inizio pagina