Si ribella a un controllo e sfila la pistola a un agente: bloccato. Era già stato arrestato per rapina

polizia_municipale_firenze_notte01

Questa mattina intorno alle 8 una pattuglia della Polizia Municipale in servizio in via del Pratellino è intervenuta in viale Marconi a seguito delle segnalazioni di alcuni cittadini di una persona che si gettava contro le auto in transito. Una volta arrivati sul viale gli agenti si sono messi alla ricerca dell’uomo: è stato un cittadino presente sul posto ad indicare ai vigili che la persona che si stava avvicinando in bicicletta era quella che poco prima si era gettata contro le auto.

All’alt della pattuglia l’uomo si è fermato ma ha aggredito l’agente, la collega prontamente è intervenuta. È nata una colluttazione nel corso della quale l’aggressore è riuscito ad estrarre la pistola dalla fondina dell’agente. L’altro vigile si è immediatamente gettato sull’uomo riuscendo a indirizzare i colpi verso l’alto. L’uomo, risultato senza documenti, è stato quindi bloccato, arrestato e portato al comando per le procedure di identificazione.

Dall’assessore alla sicurezza urbana e Polizia Municipale Federico Gianassi arriva la solidarietà e il ringraziamento all’agente per il suo intervento. Sulla vicenda sono in corso accertamenti.

L'uomo sarebbe un migrante che ha compiuto il gesto 'in stato di agitazione': non parla bene l'italiano ed era senza documenti. L'uomo è stato fermato dai carabinieri.

L'intera scena sarebbe stata ripresa da un passante con il suo cellulare. Il momento più saliente è quando il migrante, estratta la pistola dalla fondina del vigile, la punta alla testa.

L'uomo era stato fermato per rapina

Il 18enne sudanese autore del gesto di questa mattina sarebbe stato arrestato lo scorso marzo per rapina. Il ragazzo, processato con rito direttissimo, era stato condannato ad un anno e due mesi di reclusione e al pagamento di 200 euro di multa, ma la pena era stata sospesa.

Da quanto si apprende il ragazzo derubò un turista giapponese del portafoglio in un negozio di calzature di lusso di via Guicciardini, poi scappò facendo cadere a terra il titolare. Nella fuga spaccò anche un vetro e si ferì ad una gamba. Fermato poco dopo fu trovato in possesso di un cacciavite e alcuni capi di abbigliamento.

L'arresto fu convalidato il 18 marzo dal giudice della prima sezione penale del tribunale di Firenze.

 

 

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina