Torneo di scacchi in biblioteca: appuntamento il 27 novembre

foto d'archivio
foto d'archivio

La Gronchi inoltre offre vari servizi culturali


La biblioteca 'Gronchi' cerca di qualificarsi per un'offerta culturale ampia e variegata e per questo ha deciso da tempo di confrontarsi anche con ungioco intelligente e silenzioso come sono gli scacchi.

Così, domenica prossima, 27 novembre, dalle ore 14,30 alle 19,30, nelle sue sale si terrà un torneo di scacchi.

Ad organizzarlo, materialmente, mettendo a disposizione esperti, orologi e scacchiere, è il Circolo scacchistico C.R.E.C. Piaggio di Pontedera che opera in collaborazione con il Liceo Classico e Scientifico XXV Aprile. Il torneo di scacchi aperto a tutti gli studenti e alla cittadinanza di Pontedera.

Il torneo prevede 5 turni con tempo di riflessione di 15 minuti (si chiama “semilampo”) seguito dalla premiazione per i primi 3 classificati assoluti, per i primi 3 classificati under 18 e per la migliore classificata femminile.

C'è una quota di iscrizione di 5 € (a recupero spese premi).

E a chi si sta chiedendo perchè mai la Biblioteca abbia accolto e rilanciato la proposta del circolo scacchistico CREC di Pontedera di organizzare un torneo aperto soprattutto (ma non esclusivamente) ai giovani, realizzato in collaborazione con il Liceo Classico Scientifico XXV Aprile, ma aperto a tutti gli studenti delle scuole superiori di Pontedera e dei dintorni, a tutti quelli a cui frulla in testa questa domanda rispondiamo perchè il gioco degli scacchi è perfettamente compatibile col silenzio e con gli spazi della biblioteca ed è una splendida forma di ginnastica mentale, paragonabile a quella che si fa quando si legge un libro e si cerca di afferrarne il contenuto.

Inoltre la Biblioteca Gronchi offre vari servizi culturali e non si limita ad essere una sala di lettura o un magazzino dove si vengono a prendere libri in prestito. Vuole essere un contenitore culturale, aperto prevalentemente, ma non esclusivamente, alla lettura e allo studio, in grado però di percorrere anche altre strade. Strade che servono a crescere e a tenerci, almeno mentalmente, in forma.

 

Fonte: Comune di Pontedera - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Pontedera

<< Indietro
torna a inizio pagina