Donzelli e Storace al centro profughi: "Portiamoli a lavorare", Il Comune: "Lì va chi ha disagi mentali". La polemica

storace_donzelli_campo_profughi_

"Ogni immigrato nei centri d'accoglienza costa mille euro al mese di soldi dei cittadini italiani. Per questo oggi siamo andati simbolicamente ad uno di questi centri per chiedere a queste persone di contraccambiare all'accoglienza con dei lavori socialmente utili". Così il candidato a vice-governatore della Toscana e capolista a Firenze di "Fratelli d'Italia - Liste civiche con Giorgia Meloni" ha fatto visita oggi, insieme al leader storico della destra Francesco Storace, in un centro fiorentino.

I due esponenti politici si sono presentati pacificamente 'armati' di scope e strofinacci davanti ad un centro di accoglienza per immigrati: "Dopo aver bussato educatamente, abbiamo chiesto ai responsabili del centro di far scendere in strada i loro ospiti per pulire le strade insieme - ha aggiunto Donzelli - ma non c'è stato niente da fare. Queste persone sono ospitate in questi centri, e non solo in questo, con i soldi di tutti i cittadini toscani  - ha concluso Donzelli - oggi abbiamo dimostrato che tutti ci considerano il 'paese di Bengodi', perché nessuna di queste persone è disposta a lavorare".

 

L'assessore Funaro, Fdi in centro profughi con disagio mentale. Una vergogna
"Siamo di fronte a un grave episodio di intolleranza. Donzelli e Storace hanno preso un abbaglio recandosi presso una delle sedi del progetto Sprar, che accoglie in particolare rifugiati con disagio mentale, pensando di essere in un centro di prima accoglienza profughi, ed esibendo un comportamento aggressivo". Così l'assessore all' integrazione e all'accoglienza del Comune di Firenze, Sara Funaro, a proposito di un'iniziativa di oggi pomeriggio del candidato Fdi a vicegovernatore della Regione Toscana, Giovanni Donzelli, con il segretario nazionale de La Destra, Francesco Storace.

"È una vergogna che si siano presentati con scope, ramazze e sacchi della nettezza in una struttura che accoglie persone che hanno già ottenuto lo status di rifugiati - sottolinea l' assessore in una nota - e che sono inserite in percorsi di inclusione sociale finanziati dalla Comunità europea. Inoltre, vorrei specificare che i Centri di cui parla Donzelli, senza saperne niente, sono sedi di un progetto europeo di cui il Comune è capofila".

Funaro ha spiegato che l'iniziativa ha creato "un clima di forte tensione che ha provocato uno stato di agitazione e preoccupazione tra gli ospiti e i lavoratori della struttura. Uno degli ospiti ha addirittura avuto due forti crisi di agitazione psicomotoria e in una di queste ha tentato di gettarsi dalla finestra". L'assessore annuncia: "stiamo verificando se ci sono i presupposti per una denuncia nei confronti dei responsabili dell'intrusione nel centro".
Fdi, Comune non cambi tema, profughi costano
"Il Comune di Firenze non cambi argomento per nascondere la realtà dei fatti: i profughi costano agli italiani quattro volte una pensione di invalidità e il doppio di una pensione sociale e molti di loro non hanno nessuna intenzione di lavorare per contraccambiare l'ospitalità. Il tentativo dell'assessore Funaro di gettare fumo sugli occhi attaccandoci è completamente fuori luogo". Lo afferma il candidato Fdi a vicegovernatore Giovanni Donzelli replicando all'assessore comunale Sara Funaro. "E' vergognoso usare quei pochi che hanno subito reali torture e che scappano dalle guerre - aggiunge in una nota - per coprire questa vera e propria invasione in corso. Forse alla Funaro non hanno raccontato che ho già fissato un appuntamento per la prossima settimana con gli operatori del centro ed incontrare quei pochi con reali problemi psicologici dovuti alle torture subite e per approfondire quella realtà del progetto Sprar". Per Donzelli "resta la vergogna che in Italia si spendano mille euro al mese per ogni immigrato quando non c'è nessun sostegno per gli italiani in difficoltà, che lavorano e pagano le tasse".
Storace, a Firenze manifestazione pacifica
"Il disagio mentale è di chi, al Comune di Firenze, ha steso un comunicato folle contro me e Donzelli. Le immagini testimoniano di una manifestazione assolutamente pacifica, contro la quale non servono sciocchezze pagate con i soldi dei contribuenti". Lo afferma in un comunicato Francesco Storace, segretario nazionale de La Destra e vicepresidente del Consiglio regionale del Lazio, riguardo a un'iniziativa elettorale nel capoluogo toscano

 

 

Tutte le notizie di Firenze

<< Indietro
torna a inizio pagina