La Costituzione non è una carta morta: risuonano gli articoli tra i più giovani

“(…) La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé (…). Perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile, bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità”.

“(…) La Costituzione (…)è l’affermazione solenne della solidarietà sociale, della solidarietà umana, della sorte comune, che se va a fondo, va a fondo per tutti questo bastimento. E’ la carta della propria libertà, la carta per ciascuno di noi della propria dignità di uomo”.

Sala Orsini, 16 Maggio 2015, come il Salone degli Affreschi, il 26 Gennaio 1955. Sono state infatti le parole di Piero Calamandrei, grande giurista e scrittore politico, nonchè uno dei nostri padri costituenti, ad aprire l’incontro che ha avuto per protagonisti i diciottenni e le diciottenni di Calcinaia e Fornacette, a cui è stata consegnata la Carta Costituzionale Italiana.

Il suo Discorso sulla Costituzione, pronunciato a Milano 60 anni fa, di fronte a una nutrita platea di studenti universitari e delle scuole superiori, conserva la stessa attualità e la stessa rilevanza oggi come allora. Ed è proprio per far innamorare le nuove generazioni dei valori alla base della democrazia e della Repubblica Italiana che il sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi, ha voluto, come ogni anno, farlo ascoltare ai ragazzi e alle ragazze del territorio, che hanno da poco raggiunto la maggiore età.

“Una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza alla politica – ha precisato il sindaco Lucia Ciampi -. Riprendo le parole di Calamandrei per invitare tutti voi a interessarvi alla politica, a quella intesa come servizio, praticata per il bene comune. Nel vostro cammino di cittadini consapevoli e responsabili, la Carta Costituzionale rappresenta la vostra guida. Vi esorto a conoscerla, a far vostri i valori cardine proclamati nei primi 12 articoli e all’osservanza dei diritti e dei doveri su cui si fonda la nostra convivenza sociale”.

A consegnare a questi giovani cittadini la Carta Costituzionale, un dono prezioso, da leggere e conoscere, amare e rispettare, sono state, oltre al sindaco Ciampi, anche l’assessore alle politiche giovanili Beatrice Ferrucci e l’assessore all’istruzione Maria Ceccarelli.

E dopo la consegna della Costituzione, un momento dedicato alla sicurezza “on the road”. Il Comandante della Polizia Municipale di Calcinaia, Andrea Trovarelli, ha infatti illustrato ai giovani in sala le principali regole da rispettare in tema di sicurezza stradale. Particolare attenzione è stata dedicata al tema della guida in stato di ebbrezza. Alcuni ragazzi hanno sperimentato cosa significhi guidare con un tasso alcol emico alto grazie all’uso degli speciali occhiali che simulano una simile condizione.

Fonte: Comune di Calcinaia - Ufficio Stampa

Tutte le notizie di Calcinaia

<< Indietro
torna a inizio pagina