Sparatoria tra carabinieri e malviventi: ferito un ladro e il capitano Pontillo. Due arresti: caccia al fuggitivo

I carabinieri nel luogo della sparatoria  a Limite sull'Arno (foto gonews.it)
I carabinieri nel luogo della sparatoria a Limite sull'Arno (foto gonews.it)

Tentato furto e sparatoria a Limite sull'Arno (Capraia e Limite), nella notte di oggi, mercoledì 29 ottobre. Intorno alle 21 una banda di malviventi, composta da tre uomini di origini albanesi, ha tentato un furto in paese. Durante l'azione, i tre sono stati scoperti da alcuni carabinieri che erano in appostamento con un'auto, in borghese. È scattato quindi un inseguimento, culminato con un incidente da parte dei ladri contro delle vetture, alla rotatoria tra la strada provinciale 106 e via Eugenio e Priamo Salani.

Ne è nata una sparatoria tra i carabinieri e la banda: due i feriti, un malvivente, colpito alla spalla, e anche il comandante della compagnia dei carabinieri di Empoli, capitano Giuseppe Pontillo, ferito ad una gamba. Un altro carabiniere, invece, è caduto sbattendo la testa a terra, ma non ha riportato gravi danni. Gli arresti sono stati due: il ferito e uno dei due complici. Il terzo è riuscito a scappare ed è braccato dalle forze dell'ordine, intervenute anche con unità cinofile.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, allertati per aprire un'abitazione dove si sospettava che si rifugiassero i fuggitivi, un'automedica del 118 e due ambulanze, una della Pubbliche Assistenze Riunite di Empoli, l'altra della Pubblica Assistenza di Montelupo Fiorentino, le  quali hanno accompagnato i feriti all'ospedale 'San Giuseppe' di Empoli. Sul luogo dell'accaduto anche il comandante provinciale dei carabinieri di Firenze Marco Lorenzoni.

Al momento l'Arma non rilascia dichiarazioni relativamente all'accaduto e un grosso dispiegamento di forze è giunto nella zona di Limite sull'Arno tra Mollaia e Pulignano per setacciare la zona.

A bordo del furgone sono stati trovati arnesi da scasso. Sembrerebbe che la banda avesse già compiuto un furto nel pomeriggio in un Comune della provincia di Pisa e che sia responsabile di un'altra decina di colpi nel territorio dell'Empolese-Valdelsa.

Tutte le notizie di Capraia e Limite

<< Indietro
torna a inizio pagina