Scuola, Forza Italia: "Negli edifici ancora amianto e infiltrazioni d'acqua. Irrisolti i maggiori problemi"

La Scuola dell’infanzia Diego Cianti

La Scuola dell’infanzia Diego Cianti

"A poche ore dall’inaugurazione del nuovo anno scolastico presso la Scuola Salgari in Via dei Confini a Capalle  e prima che il Sindaco Fossi diffonda l’ennesimo specchietto per le allodole, dichiarano i consiglieri di Forza Italia presso il Consiglio Comunale di Campi Bisenzio Paolo Gandola e Chiara Martinuzzi, riteniamo preminente fare chiarezza sull’attuale situazione nella quale versano le scuole di Campi Bisenzio evidenziando come siano rimaste tutte completamente irrisolte le maggiori emergenze.

Anche in questo caso e forse a maggior ragione visto il tema oggetto del contendere, occorre guardare la trave e non la pagliuzza. Qualche restaling o verniciatura collettiva dei locali non possono infatti valere né oscurare la grave situazione che riguarda alcune delle strutture scolastiche.

In primo luogo per quanto riguarda la Scuola Matteucci essa dopo la rimozione del controsoffitto ha riaperto i battenti con ancora il primo piano interdetto e senza aver inserito nel lotto dei lavori né il rifacimento della facciata che oggi risulta a pietra viva senza intonaco né l’idoneo adeguamento sismico come in origine previsto dal precedente progetto di restauro.

La Scuola Matteucci

La Scuola Matteucci

Ciò che invece preoccupa maggiormente noi di Forza Italia, continuano Gandola e Martinuzzi, è la situazione presente alla piccola Scuola dell’infanzia San Giusto situata a Campi nell’omonima Via San Giusto. La scuola infatti risulta dotata di un tetto in copertura in cemento amianto e, sebbene i controlli effettuati abbiano escluso la presenza di polveri e fibre sospette i genitori dei bambini sono, comprensibilmente, preoccupati e da tempo hanno richiesto all’Amministrazione un pronto intervento di ripristino che  nel Marzo 2014 in una comunicazione ufficiale si impegnava a provvedere alla sostituzione della copertura entro l’anno in corso. Ad oggi la Scuola che presenta altre precarietà come l’assenza di una idonea sala mensa obbligando i bambini a desinare all’interno delle aule scolastiche, ha riaccolto i bambini ancora con una copertura in amianto imputando l’Amministrazione il ritardo ai tempi tecnici dovuti all’indizione della gara e, dinanzi all’aumentare dell’insoddisfazione di molti genitori, garantendo che durante la pausa delle feste natalizie si provvederà a effettuare i lavori promessi e, francamente, davvero necessari.

Nondimeno, rimarranno immutati, come crediamo, gli antichi problemi di infiltrazione che, alle prime piogge riemergeranno alla Scuola Andersen o alla Lorenzo il Magnifico? Inoltre, abbiamo proprio accertato nei giorni scorsi la mancanza di adeguati idranti antincendio alla Scuola Vamba di San Donnino. Insomma, c'è proprio poco da festeggiare.

La Scuola Vamba di San Donnino

La Scuola Vamba di San Donnino

Per di più il Sindaco Fossi si appresta ad inaugurare il nuovo anno scolastico con la Scuola dell’infanzia Diego Cianti situata ancora negli inadeguati locali della storica villa patrizia Villa il Palagio di proprietà della Misericordia alla quale l’Amministrazione corrisponde un ingente contributo annuo.

Sebbene la Scuola fosse stata provvisoriamente collocata in quei locali con la promessa di traslocare entro tre anni, da più di dieci anni i bambini continuano a frequentare le lezioni all’interno della Villa Patrizia con tutti i problemi annessi:  stanze ricavate dagli antichi saloni, soffitti troppo alti, impossibilità di adeguata pulizia e mantenimento del decoro. Insomma anche quest’anno niente di nuovo.

Infine, in questi giorni,  dopo i manifesti pubblicitari di grandi dimensioni diffusi a Peretola alle porte di Campi Bisenzio recanti lo slogan “Costruire il futuro con le lavagne interattive multimediale” si è acutizzata l’amarezza ed il dispiacere per l’annullamento, disposto dal Sindaco Fossi,  della gara per l’acquisto delle Lim che diffuse in tutte le strutture scolastiche e soprattutto in quelle di frontiera dove vi sono alunni anche di 34 etnie diverse avrebbero rappresentato un efficace ammodernamento della didattica nonché una scelta avveduta.

Sicchè, dopo aver inavvedutamente sprecato l’occasione dei finanziamenti del Piano Scuole promosso dal Governo presieduto da Matteo Renzi non avendo ricevuto alcun finanziamento per il progetto #Scuolesicure e l’infinitesimale cifra di 85.044 euro per il progetto #scuolebelle adesso ci auguriamo che l’Amministrazione sappia sfruttare la nuova occasione di partecipare con propria istanza alla concessione dell’otto per mille a gestione statale per l’anno corrente dedicata, tra altri interventi, anche all’edilizia scolastica riguardante ristrutturazioni, miglioramenti e adeguamenti sismici.

La Scuola di San Giusto

La Scuola di San Giusto

Ad ogni buon conto, pur precisando che anche per quest’anno scolastico rimarranno immutate i maggiori ed antichi problemi riguardanti molte strutture scolastiche del territorio, anche Forza Italia, concludono i Consiglieri Gandola e Martinuzzi, si unisce agli auguri di buon lavoro a tutti gli operatori scolastici e gli insegnanti che con abnegazione assoluta continuano a garantire un importante servizio per lo sviluppo e la formazione del nostro Paese."

Fonte: Paolo Gandola , Capogruppo Forza Italia Campi Bisenzio

Tutte le notizie di Campi Bisenzio

<< Indietro
torna a inizio pagina