La Cisl lancia l'allarme: "Perdono il lavoro in 16 nelle sedi di Confesercenti"

foto di archivio
foto di archivio

Il 2018 inizierà con la perdita del lavoro per gli addetti che si occupano delle pulizie all’interno delle sedi di Confesercenti della provincia di Firenze.

Il nuovo affidamento del servizio di pulizie infatti, non prevede il mantenimento dei posti di lavoro del personale attualmente in essere; l’azienda subentrante la Merino Roberto Mauricio, non confermerà i 16 lavoratori attualmente occupati, dipendenti dell’azienda uscente Ciclat Sam Marco, nonostante le regole contrattuali previste per la salvaguardia occupazionale.

Confesercenti, messa al corrente dalle OOSS della pesante situazione che si sta configurando al suo interno, non ha svolto un ruolo proattivo; anzi ha preso atto del comportamento dell’azienda subentrante, lavandosene di fatto le mani delle sorti di questi lavoratori.

Le motivazioni che portano la Merino Roberto Mauricio ha non assumere i lavoratori sono le “innovative tecniche utilizzate” che determinerebbero un utilizzo solo parziale di personale.

Come OO.SS condanniamo tali atteggiamenti che sviliscono il lavoro e la sua dignità, che alla vigilia del nuovo anno, nonostante vuoti proclami di “sold out”, confermano tutta l’incertezza occupazionale degli ultimi anni e vedono anche una sorda solidarietà di soggetti che unitamente alle OO.SS dovrebbero essere a favore della piena occupazione e del rispetto delle regole.

Cisl - Ufficio Stampa

<< Indietro
torna a inizio pagina